Incendiata porta abitazione profughi a Lasino

Due richiedenti asilo alloggiati in un appartamento di Lasino sono rimasti leggermente intossicati da un incendio di origine dolosa avvenuto la scorsa notte. Il presunto responsabile del rogo, un vicino di casa, è stato arrestato dai carabinieri. E' accusato di avere appiccato il fuoco alla porta dell'abitazione dei due africani usando del liquido infiammabile. Una volta tratti in salvo dai carabinieri, i due cittadini africani sono stati trasportati all'ospedale Santa Chiara di Trento per accertamenti. Il responsabile dell'incendio doloso è un giovane di 26 anni originario di Madruzzo, figlio del proprietario dell'appartamento dove erano ospitati i richiedenti asilo. Accertamenti sono in corso per comprendere le motivazioni del gesto, che, secondo i carabinieri, è sicuramente attribuibile a futili motivi.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

San Vito di Leguzzano

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...